Blog

Posizionare il tuo sito web sui motori di ricerca

Google è da sempre il motore di ricerca più utilizzato dagli internauti; per questo motivo, chiunque aspiri a scalarne la classifica dei risultati, dovrà spendere del tempo per “entrare nell’ottica” di Google e rendere il proprio sito web o blog più accattivante.
Esistono diverse migliorie da apportare al proprio sito, che riguardano i campi più disparati: design, contenuti, keywords e tanti altri.

Rendere più pratica la navigazione.

Gli algoritmi di Google, assicurano la precedenza a quei siti che rendono facile e veloce il caricamento per ogni utente, da qualsasi dispositivo.
Già da anni infatti, buona parte degli internauti accede dal proprio dispositivo mobile, smartphone o tablet che sia.
È importante quindi garantire una corretta visione della pagina anche ai visitatori che navigano da un dispositivo mobile, e questo Google lo sa bene: se effettuate una ricerca dal vostro smartphone, la precedenza in classifica andrà ai siti mobile-friendly.
Se non avete gù provveduto ad ottimizzare il vostro sito web per l’accesso da dispositivo mobile, è consigliabile provvedere subito, o si rischia di non figurare tra i primi risultati di una ricerca Google.
Un altro fattore che “la grande G” tiene in considerazione dal punto di vista tecnico, è la velocità di caricamento.
Se le vostre pagine impiegano troppo tempo a caricarsi, perdete punti nella classifica di posizionamento.
Potete controllare la velocità di caricamento del vostro sito tramite la pagina PageSpeed Insights di Google Developers ed eventualmente correre ai ripari, riducendo il formato delle immagini contenute nel vostro sito ed ottimizzando i contenuti JavaScript.
Un’altro piccolo aiuto grafico che potete darvi, è la realizzazione di una FavIcon, che non è altro che quella piccola icona che risulta in tutte le pagine o schede aperte facenti parte del vostro dominio.
Su internet si trovano diversi generatori automatici, oppure se siete appassionati di grafica, potete crearne una voi ed inserirla nel vostro sito.
Infine, ricordate di assicurarvi che gli indirizzi del vostro dominio, con o senza “www”, portino alla stessa pagina.
Se così non fosse, potrete rimediare con il reindirizzamento dell’una o dell’altra pagina.

Rendere accattivante il proprio sito.

Un’altra buona strategia per aumentare le visite al vostro sito ed apparire tra i primi risultati di Google, è quello di scegliere le giuste keywords ed eventualmente adattare i contenuti agli argomenti più in voga.
Per attirare l’attenzione di un maggior numero di internauti, dovrete imparare a capire quali sono gli argomenti che interessano al popolo del web.
Dovete prendervi del tempo per cercare di entrare nella testa dei vostri potenziali visitatori: quale argomento va per la maggiore? Quali combinazioni di parole possono portare gli utenti proprio da me?
Molti pensano che aggiungendo un paio di tags o keywords che riassumano il contenuto, il gioco sia fatto.
Non è così semplice però individuare quella o quella precise parole che porteranno i navigatori dal web ad aprire proprio la vostra pagina.
Anche questa volta Google ci facilita il compito, offrendoci un servizio online di nome Google Trend.
Questo strumento, ci permette di effettuare una ricerca per capire quali sono i termini più cercati dal pubblico.
Potete filtrare i risultati per paese, categoria o arco temporale.
Una volta effettuata la ricerca, Google Trend vi fornirà due diverse classifiche: nella prima potrete vedere quali sono i termini più cercati, nella seconda quelli che hanno subito una crescita nel lasso di tempo che avete indicato.
In questo modo potrete capire i gusti dei navigatori ed adattarvi i contenuti e le keywords.

Utilizzare strumenti SEO.

Gli strumenti SEO (Search engine Optimization, cioè l’insieme delle strategie per l’ottimizzazione del proprio sito web), se utilizzati intelligentemente, possono fornirci una grande mano.
Primo tra tutti per aiutarci a posizionare il nostro sito su Goggle, è lo strumento gratuito Google Webmaster, che con la sua Search Console, vi permetterà di tenere monitorati i dati dei risultati delle ricerche Google e vi fornirà dei suggerimenti per l’ottimizzazione del vostro sito.
È infine importante ricordare che anche Google ha le sue regole. Il vostro sito internet dovrà rispettare una lista di requisiti base, che potrete trovare tra le indicazioni per i webmaster nella Search Console.
Se il vostro sito non rispetterà questi requisiti, probabilmente verrete penalizzati, scendendo nella classifica.

No Comment

Post A Comment